Corsi / Workshop

corsi workshop foto iniziale

Lo scopo degli incontri è di valorizzare e sperimentare percorsi educativi che promuovono la complementarità del  movimento e della musica.

I partecipanti hanno l’opportunità di mettersi in gioco, sperimentando tecniche, attività e dinamiche di gruppo, per integrare al meglio l’esperienza vissuta con la propria programmazione di lavoro.

La durata e la tipologia (seminario, conferenza, workshop, formazione permanente) delle varie proposte è flessibile, in funzione dei bisogni formativi dei partecipanti e degli obiettivi del soggetto promotore.

IMG_4902 I destinatari degli incontri sono, in genere: educatori di nido, insegnanti di scuola dell’infanzia e primaria, musicisti, attori, insegnanti di danza educativa, docenti di educazione motoria, allenatori sportivi, studenti di scienze motorie e scienze della formazione primaria.
Sono possibili anche incontri dimostrativi con gruppi di bambini.

Di seguito, alcuni temi esplicativi di iniziative realizzate.

 

……………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………..

Il gioco espressivo e creativo della musica e del movimentohome slider

L’importanza della dimensione espressiva, relazionale, creativa e artistica del movimento e della musica nella scuola dell’infanzia e primaria e nelle attività del tempo libero. Giochi di ascolto, di movimento, di musica d’insieme vocale e strumentale attraverso l’esplorazione, l’improvvisazione, la composizione e l’interpretazione.

Workshop realizzato per il festival internazionale di teatro e cultura per l’infanzia “Visioni di futuro, visioni di teatro” Bologna 2015 e per il convegno “Arcipelaghi creativi”  dell’Associazione Nazionale Danza Educazione e società – Venezia 2015
Leggi “Il gioco espressivo e creativo della musica e del movimento” V. Stera – rivista “Bambini”,
edizioni Junior – Spaggiari, ottobre 2014

Giochiamo con “la musica dello gnomo mirtillo”

Dai contenuti musicali, narrativi e di immagini del libro-cd La musica dello gnomo Mirtillo, i partecipanti ripercorrono i quadri di cui si compone la storia, attraverso giochi di ascolto e di movimento espressivo, giochi per cantare, per esplorare e fare musica d’insieme con oggetti e strumenti musicali.

La prima edizione del corso è stata realizzata dall’autore nell’a.s. 2013-2014 per l’Ufficio Scolastico Regionale del Friuli Venezia Giulia (“il linguaggio della musica e del movimento nella formazione del bambino a scuola”) per trenta docenti in rappresentanza di altrettante scuole dell’infanzia e primaria della regione che hanno adottato e sperimentato “La musica dello gnomo mirtillo” (prima che il libro andasse in stampa definitiva) quale strumento didattico con le loro classi. I partecipanti hanno documentato e condiviso le esperienze realizzate.

  • guarda e ascolta il promo del libro/cd :link

Il fascino dell’equilibrio

Respiri, soffi, voci, rumori, silenzi, suoni per esplorare, inventare, creare forme del corpo in equilibrio e per renderle mobili e fluttuanti nello spazio e nel tempo. L’elemento “acrobatico” diventa un pretesto per conoscere il proprio corpo, indagarne le potenzialità espressive e allo stesso tempo, per acquisire autodisciplina, sicurezza, coscienza e consapevolezza del corpo in movimento.

A tutto ritmo!

Il corpo si muove nello spazio e nel tempo. Un viaggio e un’avventura dei sensi e delle percezioni.
Lo sviluppo delle capacità ritmiche, elemento fondamentale sia del linguaggio musicale sia del linguaggio corporeo, rappresenta l’obiettivo del workshop. Giochi di movimento e musicali accompagnati da voci, suoni e semplici strumenti musicali, per esplorare e vivere lo spazio in modo consapevole.

  • Leggi “A tutto ritmo!” , V. Stera – rivista “La scuola dell’infanzia” – Giunti editore

Esperienze musicali nell’infanzia

il gesto, il suono, la voce, il movimento, il segno, per esplorare e inventare la musica

Esprimersi e comunicare con  il movimento e la voce |  Giochi cantati e giochi parlati |
Coreografie ritmico -espressive  e danze-gioco | Trascrizione grafica  di gesti, suoni, movimenti | Improvvisazione, composizione, interpretazione del gesto, del suono, del segno.
Dedicato agli educatori 0-6.

Leggi “Musica in gioco” , V. Stera, rivista “La scuola dell’infanzia”  web magazine, Giunti editore

Raccontare, immaginare la musica

A scuola, al nido, in famiglia, l’ascoltare e il raccontare crea luoghi e spazi immaginari in cui tutto è possibile.
La musica in tale contesto è sempre presente: nei toni della voce che narra o nella melodia e nei testi della voce che canta, come stimolo ritmico-melodico per l’improvvisazione e l’interpretazione del gesto e del movimento, come suggestione emotiva delle musica stessa.
I partecipanti avranno l’opportunità di giocare con la musica e raccontare con il corpo attraverso esperienze di ascolto e di movimento creativo, con l’utilizzo consapevole e funzionale del suono e della musica.

Seminario promosso da Casa della Musica di Trieste /Scuola di musica 55 in collaborazione con la Fondazione del Teatro Lirico G. Verdi di Trieste, con il patrocinio del MIUR-Ufficio Scolastico Regionale per il Friuli Venezia Giulia | febbraio 2017 -Festival di musica per bambini.

Il bambino il gesto il suono                              

Il seminario offre ai partecipanti una “riflessione” pratica sull’importanza della dimensione espressiva, relazionale, creativa e artistica del movimento e la sua  reciprocità con il suono e la musica. Costituiranno oggetto di riflessione i seguenti temi:

  • La qualità dell’ascolto per una consapevolezza del gesto e dell’azione .
  • Il corpo e il movimento nello spazio e nel tempo per esplorare,  improvvisare, trasformare, interpretare,  comunicare con gli altri.
  • La sensibilità ritmica per l’armonia, la fluidità, l’espressività, il controllo del movimento.
  • La funzione di reciprocità del movimento con il suono  e la musica

 

 Per ulteriori informazioni vai al modulo di contatto